Pannolini bambini

Tra le cose più urgenti da imparare nei primi mesi di vita del bambino c’è sicuramente quella di cambiare i pannolini. Per molti è una procedura che mette in seria difficoltà, altri riescono a muoversi con più maestria e riuscire a portare a termine la missione di pulire i bambini e di mettergli dei pannolini nuovi. Ma come scegliere i migliori? Quale modello acquistare? Quali aspetti prendere in considerazione? Vediamo di capire meglio come orientarsi nell’acquisto dei pannolini per il neonato.

Come risparmiare

Prima di entrare nel dettaglio sulla tipologia e sulle marche di pannolini per bambini è doveroso affrontare il problema del costo. Quella dei pannolini è una delle maggiori spese che le famiglie devono sostenere e ci sono diverse soluzioni per ammortizzare i costi. La prima è quella di preferire pacchi famiglia, sicuramente più convenienti rispetto alle confezioni più piccole. Il secondo consiglio è quello di evitare di orientarsi verso i modelli con il prezzo più basso in assoluto. Qui come altrove non necessariamente il costo minore corrisponde a un risparmio maggiore. Tutto dipende dalla qualità, dalla resistenza e dalla preferenza espressa dal bambino. Un altro suggerimento è quello di non sottovalutare la soluzione che prevede l’acquisto dei pannolini online. Sui vari forum e sui social network esistono diversi gruppi di acquisto che permettono di trovare pannolini a prezzo davvero vantaggioso. Iscriversi a questi gruppi può rivelarsi come una scelta particolarmente vantaggiosa. Infine, come per i prodotti per la casa, è utile monitorare le offerte che i supermercati di zona fanno sui pannolini. Anche in questo caso è possibile cogliere vantaggi importanti e risparmiare sulle proprie finanze.

Come scegliere i pannolini per bambini

Il corredo di un neonato si compone principalmente di pannolini. Questi sono accessori indispensabili che tutti i bambini useranno per molti mesi. Anche per questo motivo è importante poter trovare il modello migliore per garantire al proprio bambino sicurezza, igiene e confort. Sono infatti questi i primi aspetti da considerare nella scelta dei pannolini per bambini. Passiamo ora a un’analisi più tecnica dei passeggini per poterli confrontare tra loro e trovare la tipologia più adatta per le esigenze del vostro bambino.

Pannolini multiuso o monouso

In commercio non esistono solamente i classici pannolini monouso (quelli usa e getta), ma è possibile orientarsi anche verso modelli lavabili. I primi, quando vengono sostituiti, devono essere gettati (nel contenitore della raccolta indifferenziata o, ancora meglio, nell’apposito mangiapannolini). I pannolini lavabili, invece, possono essere riutilizzati. A un costo maggiore dei pannolini multiuso corrisponde un risparmio sul lungo periodo, ma va considerato anche il lavoro di pulizia che regolarmente deve essere fatto per poter contare sempre su un numero sufficiente di pannolini disponibili.

Non perderti questo ->  Pannolini lavabili, tutto quello che c'è da sapere e il parere delle mamme

La struttura

Quando si analizza più da vicino ogni singolo pannolino da bambino si scopre che essi sono fondamentalmente costituiti da tre strati. Quello più esterno è una sorta di rivestimento ed è solitamente realizzato con un materiale plastico e ha il compito di non far fuoriuscire i liquidi. La parte intermedia è quella assorbente che ha, come dice il nome, di bloccare i liquidi. A differenza del passato negli ultimi anni sono state migliorate le tecnologie di realizzazione di questi strati che ha permesso di ridurre lo spessore e allo stesso tempo di aumentare la capacità di assorbimento. Lo strato più interno, invece, è quello che andrà a contatto con le parti intime del bambino. Per questo al tatto risulta morbida ed è realizzata in maniera tale di restituire al bambino sempre una sensazione di asciutto. Questo tipo di composizione rimane uguale per tutte le tipologie di pannolini, ma può è sviluppata diversamente da marca a marca e da modello a modello.

La misura

Uno dei principali motivi di dubbio nella scelta dei pannolini per bambini è quello legato alla taglia. Il pannolino, come detto, deve essere comodo per il bambino e deve quindi essere della misura aggiusta, in quanto deve adattarsi alla sua corporatura in modo da permettergli di muoversi liberamente. Il problema principale è quello della conformazione fisica del neonato (evitando pannolini troppo larghi che causerebbero la fuoriuscita dei liquidi e modelli troppo stretti che infastidirebbero il bambino) e della sua rapida crescita soprattutto nei primi mesi. Qualche piccola differenza può verificarsi da marchio a marchio, ma in linea generale la classificazione in 6 taglie, riportata su ogni confezione, è quella da prendere in considerazione. La misura dei pannolini si divide in:

  • Taglia 1 – per i neonati fino a 5kg;
  • Taglia 2 – per i bambini fino a 6kg;
  • Taglia 3 – per i bambini fino a 9kg (dal secondo mese);
  • Taglia 4 – per i bambini fino a 18kg (dal sesto mese);
  • Taglia 5 – per i bambini fino a 25kg (dopo il primo anno);
  • Taglia 6 – per i bambini fino a 30kg.

In tutti i casi è sempre bene prima fare una prova, in quanto queste sono misure indicative. Molto dipende sempre dalla fisicità del bambino e dalle caratteristiche di ogni singolo modello.

Non perderti questo ->  Singhiozzi neonato, tutto quello che c'è da sapere

Consigli utili

Prima di passare a scoprire quali sono i migliori modelli di pannolini per bambino è doveroso fare attenzione ad alcune indicazioni. La prima è quella della vestibilità. Il pannolino non deve essere un vestito alla moda che deve vestire o calzare perfettamente. La cosa importante è che assolva al suo dovere di assorbire i liquidi e di trattenere le feci. Per questo motivo è utile che il pannolino non sia troppo stretto sulla vita del piccolo, in modo che non gli causi arrossamenti e fastidi, gli assicuri ampia libertà di movimento e non diventi stretto quando il bambino fa la cacca.

L’altra indicazione è quella relativa ai materiali. Per questo tipo di valutazione è fondamentale evitare pannolini che contengono sostanze nocive come coloranti, cloro, ftalati e profumi di vario tipo. Il tipo di materiale su cui fare attenzione è quello dello strato interno che può essere in cotone, bambù, microfibra o canapa.

I migliori modelli

Abbiamo selezionato 3 diversi modelli di pannolini per bambini tra i quali scegliere quello migliore per il vostro bambino.

Huggies Ultra Comfort

La principale caratteristica dei pannolini Huggies Ultra Comfort, che li rende particolarmente apprezzati dai bambini, è la struttura anatomica. Questa forma migliora nettamente la vestibilità del pannolino e assicura ai bambini un’ottima libertà di movimento. Nello strato intermedio questo modello di pannolini prevede la presenza di particolari canali attivi che hanno il compito di distribuire in maniera omogenea il bagnato assicurando al bambino sempre un elevato livello di confort.

Eco by Naty

I pannolini Eco by Naty sono biodegradabili e anche “solo” per questo motivo di apprezzamento. Oltre all’aspetto ecologico troviamo un modello realizzato con una struttura tale da garantire un’ottima vestibilità e un’eccellente libertà nei movimenti. Disponibili in tutte le taglie, i pannolini Eco by Naty offrono una piacevole esperienza d’uso e la sicurezza di un modello che riduce significativamente il rischio di allergie.

Pampers Premium Protection New Baby

Anche con i Pampers Premium Protection New Baby abbiamo un marchio storico nella produzione di pannolini. Questo modello ha tra i suoi punti di forza la presenza di un pratico indicatore di umidità che permette di comprendere in qualsiasi momento se l’interno del pannolino è bagnato. Per mantenere asciutta la pelle del bambino i Pampers Premium Protection New Baby sono realizzati con dei canali assorbenti che distribuiscono l’umidità in maniera uniforme. Inoltre è realizzato con un sistema di chiusura a bande elastiche che assicura un’ottima vestibilità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui