Non è una cosa rara soffrire di pancia gonfia e dura. Un disturbo fastidioso che spesso fa sentire a disagio chi ne soffre. Capita spesso di averla gonfia e dolorante sia prima del ciclo, che dopo aver mangiato. Molteplici possono essere le causa, così come molteplici sono i rimedi. La pancia gonfia è provocato da un accumulo di gas nello stomaco e nell’intestino e si manifesta con fenomeni di meteorismo, crampi addominali e flatulenza.

Pancia gonfia, cause

Le cause che portano ad avere la pancia gonfia sono tantissime. Spesso capita che la pancia diventi dura e gonfia dopo aver mangiato, in particolare se si è consumato un pasto abbondante e velocemente. A volte, invece, può essere legata al ciclo, oppure all’arrivo della menopausa.

E’ molto raro, invece, che  le cause della pancia gonfia si legano a malattie più gravi, come l’appendicite, il tumore al colon, la fibrosi cistica, la gastroenterite, l’intestino irritabile e il morbo di Crohn.

Ma a causare il gonfiore e dolore addominale, sono anche determinate intolleranze alimentari, prima fra tutte la celiaca. E’ possibile che siano comunque determinati alimenti a procurarci questo accumulo di gas, anche in questo caso è fondamentale rivolgersi a uno specialista per una dieta equilibrata e specifica che aiuti a sgonfiare.

Pancia gonfia in gravidanza

Avere la pancia gonfia capita spesso pure alle donne in gravidanza. E’ una cosa normale sopratutto nei primi mesi di gestazione. Si tratta infatti di uno dei sintomi più comuni della gravidanza, che provoca di frequente un fastidioso meteorismo e gonfiori addominali dovuti alla necessità dell’apparato gastro-intestinale di adattarsi alle alterazioni ormonali in corso.

A causarla è anche il progesterone che rallenta le funzioni intestinali. Anche gli estrogeni, che causano la dilatazione dell’utero, gonfiano gli addominali.

Pancia gonfia, rimedi

Ci sono tanti rimedi efficaci contro la pancia gonfia e dura, il primo fra tutti è  l’attenzione a un’alimentazione sana e corretta. E’ importante innanzitutto accertarsi di non soffrire di intolleranze alimentari, specie a quella al lattosio e quella al glutine, fra le cause principali di gonfiore addominale e meteorismo.

Altrettanto importante è mangiare lentamente, masticando bene il cibo, per evitare di inghiottire troppa aria che andrà poi ad accumularsi nello stomaco e nell’intestino.

Assumere fermenti lattici, probiotici e fibre, può aiutare a regolarizzare l’attività intestinale.

Fondamentale bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno eD evitare tutte le bevande gasate, che andrebbero solo a peggiorare ulteriormente il problema della pancia gonfia.

L’attività fisica, poi, sarà assolutamente necessaria e va praticata in modo costante. Sono ottime le pratiche di rilassamento come yoga e pilates: lo stress psico-fisico può infatti aumentare il gonfiore.

Dieta per pancia gonfia

Gli alimenti da evitare se si soffre di pancia gonfia e dura sono: i cibi, industriali o meno, difficili da digerire, come fritture e piatti ricchi di grassi.

I legumi: fagioli, piselli, lenticchie, ceci, noti per provocare meteorismo e flatulenza. Alla stessa maniera andranno evitati cavoli, cipolle, melanzane e carote.

Quando potete scegliete prodotti senza lievito e limitate il consumo di latte e derivati, anche se non siete propriamente intolleranti al lattosio.

Causano la pancia gonfia anche i dolcificanti artificiali, contenuti nelle bibite come in buona parte dei prodotti industriali.

Cosa mangiare allora? Verdura, prima di tutto; frutta, ma lontano dai pasti perché non fermenti assieme ai cibi ingeriti, e altri alimenti che contengano fibra, come quelli integrali.

Favoriscono l’espulsione di gas: il finocchio (da consumarsi anche sotto forma di tisana), la menta e frutti come mela e mirtillo. Da non dimenticare, infine, lo zenzero, digestivo e antiossidante.

Pancia gonfia rimedi naturali

Il rimedio naturale più conosciuto per ridurre la pancia dura e gonfia è il carbone vegetale. Questa sostanza 100% naturale e di facile reperibilità (la trovate al supermercato come in erboristeria) ha la capacità di assorbire i gas nella pancia.

Una funzione simile l’hanno anche alcune piante carminative che, a differenza del carbone, non assorbono i gas, ma li eliminano. Fra queste ricordiamo: il cumino, l’anice, il finocchio, la melissa, la menta, l’angelica e la camomilla. Queste piante hanno proprietà antinfiammatorie e antispasmiche, oltre che digestive.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui