Nomi maschili

Quando si aspetta un bambino uno dei momenti più belli e divertenti che vivono i futuri genitori è senza ombra di dubbio la scelta del nome. La scelta dei nomi maschili per i propri bambini è una decisione importantissima e definitiva che va ponderata per bene. Solitamente alcuni neo genitori scelgono di mettere al bambino/a il nome del rispettivo genitore come forma di rispetto, ma c’è chi invece sceglie indipendentemente il nome da dare al futuro bambino. È importante, inoltre, sapere che ogni nome ha un proprio significato e questo potrebbe aiutarvi a scegliere quello migliore.

Come scegliere il nome

Il nome di una persona è un elemento che lo accompagnerà per tutta la vita. Tale considerazione vale sia al maschile che al femminile e un consiglio utile da seguire riguarda la scelta di nomi che ben si adattino al cognome. La scelta del nome coinvolge molto i genitori, trattandosi di una decisione definitiva e irreversibile. C’è chi preferisce nomi corti, chi nomi importanti, chi quelli particolari, chi quelli tradizionali. La scelta è sicuramente importante, ma la valutazione di quale nome dare al proprio bambino è anche un momento divertente che unisce i genitori e può coinvolgere anche amici e parenti. Se state aspettando un maschietto e non sapete quale nome dargli, ecco una lista utile per scegliere il nome più adatto.

Nomi maschili italiani

A differenza di quanto si possa pensare anche i nomi maschili italiani possono essere particolari e non necessariamente classici. Ecco una lista di esempi con la spiegazione di ogni nome:

  • Roberto: splendente di gloria;
  • Valerio: forte e robusto;
  • Alessio: colui che salva o protegge;
  • Maurizio: altruista e generoso;
  • Emanuele: significa Dio è con noi. Il nome ebraico originale è Immanuel, quindi si può optare anche per la variante con due M, Emmanuele;
  • Nomi composti: Pierluigi, Gianmaria, Giancarlo sono tutti nomi composti. Due nomi più comuni che uniti insieme danno un nome più originale ed articolato.
Non perderti:  Come togliere il pannolino al bambino?

Nomi maschili particolari

Molti preferiscono orientarsi verso dei nomi maschili che siano particolari. È una scelta spesso condizionata da degli attori famosi, non solo moderni e che anche per questo siano originali. Se volete dare a vostro figlio un nome particolare e meno ordinario di quelli classici eccone alcuni davvero inusuali:

  • Glauco: argento, luccicante;
  • Juri: adattamento russo del nome Giorgio;
  • Lupo: molto diffuso in passato;
  • Tancredi: un nome che rimanda alla nobiltà e agli eroi.

Nomi inglesi

Per scegliere il nome del loro bebè, molti genitori prendono in considerazione anche quelli di altre nazioni come per esempio quelli più utilizzati in Inghilterra. Tra i nomi maschili stranieri più belli e apprezzati dalle mamme e dai papà ci sono:

Aiden, Asher, Axel, Caleb, Chase, Etham, Isaiah, Jace, Jayden, Jeremiah, Julian, Jaxon, Jona, Mason, Micah, Nathan, Noah, Nolan, Landon, Lincoln, Miles, Maxwell, Owen, Parker, Preston, Riley, Ryder, Sean, Steven,Tristan, Tyler, Timothy, Victor, Xavier, Zachary, Zachius.

Nomi americani

Anche dall’America arrivano parecchi nomi che si sono diffusi in Italia negli ultimi anni. Non è più anomalo trovare sia bambini che adulti con nomi maschili internazionali; la globalizzazione ha prodotto anche questo ampiamento culturale. I nomi provenienti dall’America (più precisamente dagli Stati Uniti) che vanno per la maggiore sono:

  • Jacob;
  • Michael;
  • Ethan;
  • Joshua;
  • Daniel.

Nomi stranieri

Conferire un nome straniero al proprio bambino è una moda che persiste già da molti anni. Sono tanti quelli che scelgono nome di origine mediorientale, asiatica, dal suono esotico. I nomi maschili stranieri possono apparire a molti particolari (alcuni sono addirittura vietati in alcuni Paesi), ma è proprio questa “stranezza” ad affascinare molti genitori che vogliono dare al proprio bimbo un nome esclusivo e che sia poco comune. Ecco quelli più comuni:

  • Nathan: che significa “Dio ha dato, dono di Dio”;
  • Zaire: un nome di chiara origine africana;
  • Alexander: una variante straniera e più internazionale del nostro Alessandro, radicato sia nella tradizione francese, che in quella anglosassone.
Non perderti:  Calendario dell'avvento per bambini

Nomi di tendenza

Anche per i modi c’è una moda. Ogni anno, infatti, ci sono nomi maschili di maggiore tendenza rispetto ad altri. Molto dipende dai personaggi famosi che rimangono più impressi o dalla volontà dei genitori di proseguire determinate tradizioni familiari. Tra i nomi maschili considerati più belli e particolari troviamo: Alessandro, Mattia, Francesco, Leonardo, Gabriele e Tommaso. Altri nomi di tendenza sono:

  • Tobia, nome di origine ebraica che significa “il Signore è il mio bene”;
  • Edoardo: Di origine anglosassone significa “curatore della proprietà e dei beni”;
  • Jacopo: nome di origine ebraico-aramaica. Significa “seguace fedele di Dio”.

Tutti i nomi hanno una storia e un significato, la scelta non è mai banale. Quando si pensa a quale nome dare al proprio bambino si deve anche considerare che quel nome lo identificherà anche quando sarà ragazzo, adulto e uomo. Una scelta sicuramente impegnativa (cosa rispondere quando da grande vostro figlio vi domanderà perché lo avete chiamato così?), ma anche estremamente dolce e affascinante.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui