dieta dopo le feste

Il periodo delle feste natalizie oltre ad essere un momento di riposo, svago e di ritrovo con i propri familiari e amici e anche il momento delle grandi “abbuffate”. Pranzi e cene luculliane sono all’ordine del giorno e tra un brindisi, e un altro, dolci e panettoni, i chili sulla bilancia aumentano…. Finito il Natale e anche il Capodanno inizia la ricerca della dieta perfetta e “miracolosa” in grado di farci tornare in forma.

Al via centrifuganti, tisane drenanti, frutta, verdura, yogurt e tutti i cibi light perfetti per tornare disintossicarsi. Ma si sa, aldilà delle diete detox, il vero segreto è quello di avere 365 giorni un’alimentazione varia ed equilibrata, che ogni tanto ammette qualche eccesso come quelli delle feste Natalizie.

Per perdere i chili di troppo che molti di voi  tra Natale e l’Epifania, o comunque rimettersi in riga, non è necessario ricorrere a diete drastiche, ma agire su più fronti con tanti piccoli accorgimenti.

La cosa da fare  è iniziare o riprendere una regolare attività fisica. Se è aumentato l’introito calorico, bisogna aumentare il dispendio energetico. Il modo migliore per farlo è attraverso l’attività fisica, dalla semplice passeggiata, adatta a tutti, ai vari sport.

Frutta e verdura a volontà. Dopo aver fatto incetta di cotechino, panettone, torrone e via dicendo la frutta e la verdura dovranno essere i vostri prediletti. I vegetali, oltre a essere poco calorici, sono ricchi di vitamine e sali minerali, elementi fondamentali per un buon funzionamento del nostro organismo, a maggior ragione in inverno.

Per “depurarsi” dall’eccesso di carne e grassi animali, i più dannosi per la salute, il consiglio è quello di dare più spazio al pesce. Questo è più digeribile e contiene acidi grassi omega 3 e omega 6, dotati di numerose proprietà benefiche.

Legumi per tutti i gusti rappresentano una valida alternativa alla carne, soprattutto a quella rossa, che andrebbe consumata non più di una volta a settimana, è rappresentata dai legumi. Fagioli, fave, lenticchie, ceci, da mangiare da soli o abbinare ai cereali, meglio se integrali costituiscono un pasto perfetto.

Non esagerare con i condimenti. Panna, burro, mascarpone, maionese e altre salse dovranno finire nel dimenticatoio, almeno per un bel po’ di tempo.  Per condire preferire i grassi di origine vegetale, soprattutto olio extravergine di oliva a crudo.  

Variare  la dieta. L’organismo ha bisogno di tanti nutrienti diversi per stare bene e non esiste un singolo cibo in grado di fornirli tutti. Per questo motivo, è necessario consumare alimenti appartenenti a tutti i diversi gruppi, alternandoli nei vari pasti della giornata.

Stop alcool e bere tanta acqua. Inutile dire che durante le feste con i mille brindisi ognuno di noi  ha bevuto qualche bicchiere in più. Per “depurarsi” occorre eliminare tutti gli alcolici e bere  mediamente 1,5-2 litri al giorno, per mantenere il giusto equilibrio idrico del corpo. Evitare i succhi di frutta o altre bevande contenenti sostanze caloriche o attive come la caffeina.

Ridurre il sale. In genere i piatti natalizi, oltre ad essere calorici, sono in genere anche molto saporiti. Ragione per cui bisogna ridurre il consumo di sale. Elevati apporti di sodio aumentano il rischio di malattie del cuore, dei vasi sanguigni e dei reni. Il consiglio è quello di ridurre progressivamente l’uso di sale a tavola e in cucina, limitare l’ uso di condimenti contenenti sodio come dadi, ketchup, salsa di soia, senape.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui