Inverno e bambini

L’arrivo dell’inverno pone dei seri problemi nei genitori che vogliono sapere come proteggere i propri bambini dal freddo e da tutte le condizioni climatiche avverse tipiche di questa stagione. L’intento è quello di evitare che i bambini si ammalino di febbre, mal di gola e raffreddore, tutti mali tipici di questo periodo dell’anno. L’abbigliamento è il mezzo principale con il quale riparare il corpo del bambino dal freddo durante l’inverno, ma è doveroso seguire alcuni accorgimenti. Non bisogna infatti imbottire il bambino impedendogli di respirare o limitandolo nei movimenti, e allo stesso tempo l’abbigliamento in inverno per i bambini dipende anche dal luogo dove ci si trova (scuola, casa, parco, eccetera) e dal tipo di attività che si deve svolgere. Vediamo quindi una serie di consigli per i genitori per affrontare l’inverno con serenità e senza troppe paure.

Come vestire i bambini d’inverno

Il primo consiglio da dare è, come detto, di non coprire troppo il bambino. La scelta dei giusti capi d’abbigliamento e la protezione delle parti del corpo più delicate (testa, collo, mani e piedi) permette di uscire tranquillamente di casa e di proteggere il bambino dal freddo dell’inverno. Se il bambino suda in maniera eccessiva è un chiaro segnale che è vestito in maniera pesante e va alleggerito per permettere al corpo di respirare correttamente.

L’abbigliamento a strati

Il caro e vecchio consiglio della scelta di un abbigliamento a strati (noto anche come “abbigliamento a cipolla” è sempre valido, anche perché consente di affrontare qualsiasi tipo di situazione. Quando si esce di casa è doveroso mettere un cappotto al proprio bambino e, in caso di clima più rigido, anche un cappellino, una sciarpa o dei guanti. In tutti i casi è sempre bene prestare molta attenzione ed evitare di vestire il bambino in base alla percezione del freddo che hanno i genitori. Trattandosi di una percezione è una valutazione molto personale, che varia da soggetto a soggetto.

Nella scelta dei tessuti è preferibile orientarsi verso capi d’abbigliamento in fibre naturali che permettano al corpo di respirare. Come abbiamo detto i bambini devono sentirsi comodi e liberi nei movimenti. Il cappotto in inverno è utile per proteggere il bambino dal freddo quando cammina o quando è fermo (ad esempio in braccio ai genitori). Se inizia a correre e giocare meglio togliergli il cappotto e lasciarlo con la felpa o dargli un giacchetto più leggero e che gli permetta di muoversi e di non sudare troppo.

Quando sono all’asilo o a scuola è utile che i bambini abbiano la possibilità di togliersi degli indumenti se sentono troppo caldo e, viceversa, di coprirsi se hanno freddo. Il consiglio da seguire è quello di prestare la massima attenzione con i capi d’abbigliamento che sono a contatto con la pelle, valutando il tipo di tessuto. Come tipologia di vestiti è sempre consigliabile orientarsi verso tute, felpe e indumenti comodi (come quelli con la zip), magari da inserire nello zaino per la scuola, in modo che in qualsiasi momento possano essere indossati e sfilati.

Cosa fare con i bambini d’inverno

L’inverno è una stagione troppo spesso sottovalutata o considerata solamente per le sue criticità climatiche. In realtà è una stagione particolare dove ci sono sì aspetti difficili (il freddo, la pioggia, il gelo, eccetera), ma non minori rispetto alla più blasonata estate (caldo, afa, umidità, eccetera). I bambini e i loro figli in inverno non devono andare in letargo ed è importante capire dove poter portare i propri bambini durante questo periodo dell’anno per non rinchiuderli dentro casa impedendogli di uscire. Il contatto con l’aria aperta è sempre salutare e in molti casi benefico e da preferire rispetto all’aria troppo spesso viziata che si respira in casa.

Chi vive in luoghi dove è presente un parco pubblico può sfruttare questa opportunità andando a fare delle passeggiate con i propri bambini. Anche dopo pochi mesi dalla nascita, questa è un’attività sana per il bambino e rilassante anche per le neomamme. Durante questo periodo è bene anche organizzare delle vacanze di Natale a misura di bambino, permettendogli di vivere l’inverno in maniera sana, magari portandolo sulla neve o alla scoperta di qualche località di montagna.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui