gravidanza senza sintomi

Non è raro pensare che restare incinta significhi essere bersaglio di un assalto continuo di sintomi gravidici che vanno dalla nausea mattutina al bruciore di stomaco, dalle voglie di cibo al seno dolorante. Mentre molte donne sperimentano questi e altri sintomi, ci sono invece donne che non sperimentano alcun sintomo durante l’intero corso della loro gravidanza.

Questo significa semplicemente che sono fortunate e va tutto bene? O la mancanza di sintomi di gravidanza dovrebbe essere più motivo di preoccupazione che celebrazione?

Frequenza e gravità dei sintomi

Proprio come i tipi di sintomi della gravidanza possono variare da donna a donna, così può differire anche la loro intensità. Alla fine, la gravidanza è semplicemente un’esperienza individuale con le sue caratteristiche e sfide.

Lo stesso vale per la frequenza dei sintomi. Giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, ciò che sperimenti può cambiare di continuo. Ci saranno giorni in cui potresti provare crampi o minzione frequente e altri dove soffrirai di stipsi o sbalzi d’umore. Potrebbero persino esserci giorni in cui ti senti benissimo.

Se presenti, la maggior parte dei sintomi della gravidanza inizierà a partire dalla quarta settimana. Alcune delle manifestazioni fisiche più evidenti (come l’acne, l’aumento di peso e la variazione del seno) tendono a verificarsi tra la nona e l’undicesima settimana.

Dal secondo trimestre, molti dei più fastidiosi sintomi della gravidanza inizieranno a scemare, mentre altri continueranno fino al momento del parto.

Assenza completa dei sintomi della gravidanza

Una ricerca estemporanea su Internet porta alla luce tantissimi messaggi inviati da donne che non hanno rilevato alcun sintomo all’inizio della gravidanza. Molte di loro sembrano chiaramente entusiaste ma altre sono invece molto preoccupate: si chiedono se questa assenza di sintomi non sia segno che il loro bambino non sia sano o che la loro gravidanza finirà in un aborto spontaneo.

Non perderti questo ->  Utero: cosa cambia durante la gravidanza

La maggior parte di queste paure sono infondate. Attualmente non ci sono prove che suggeriscano che la mancanza di sintomi pone il bambino a rischio di scarso peso alla nascita, malformazioni, nascita pretermine o aborto spontaneo.

Modifiche o perdita dei sintomi della gravidanza

Vi sono, tuttavia, due situazioni che giustificano preoccupazione. Entrambe riguardano non tanto l’assenza di sintomi, ma piuttosto una variazione dei sintomi che si verifica improvvisamente e senza spiegazione.

I cambiamenti nel movimento fetale sono la preoccupazione principale. Qualsiasi diminuzione del movimento, o una completa cessazione del movimento, può essere il segno di qualcosa che non va. Mentre alcuni sintomi tendono a diminuire con il progredire della gravidanza, il movimento del bambino non dovrebbe. Potrebbero esserci giorni in cui il bambino sarà più tranquillo, ma se il movimento si interrompe improvvisamente (o se varia da moltissima attività a pochissima), dovresti consultare immediatamente il medico.

Altrettanto preoccupante è l’improvvisa scomparsa dei sintomi. Non ci riferiamo a donne che non hanno avuto sintomi di gravidanza. Piuttosto la preoccupazione è per coloro che hanno avuto sintomi e ora improvvisamente non ne hanno più. La cessazione improvvisa potrebbe essere il segno di un aborto o di un problema di sviluppo, specialmente durante il primo trimestre. Anche se non ci sono altri sintomi di aborto spontaneo, è importante controllarsi il prima possibile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui