Crosta lattea

La crosta lattea è tipica nei bambini appena nati. Quando si fa il primo bagno ad un neonato ci si accorge che ha nella testa, tra i capelli ha delle piccole scaglie che si staccano dalla pelle. Questo fenomeno chiamato crosta lattea è assolutamente normale per questo non c’è da preoccuparsi.

La crosta lattea è anche conosciuta come  dermatite seborroica neonatale e si presenta con un processo di desquamazione del cuoio capelluto con crosticine unte e piccole squame di colore giallo.

Crosta lattea: quando compare?

La crosta lattea E’ un fenomeno molto diffuso, sembra che la metà dei neonati ce l’abbia. Questa non causa fastidio o prurito e in genere si risolve spontaneamente dopo qualche mese.

In alcuni neonati,  la crosta lattea può interessare anche alcune zone del corpo, come il viso, le sopracciglia, l’orecchio, le palpebre e la zona genitale. Anche in questi casi l’eruzione cutanea non è sintomo di una patologia, ma si tratta di un fenomeno neonatale fisiologico che sparisce dopo pochi mesi dalla nascita.

Non si sa ancora quali siano le reali cause della crosta lattea. Quello che è certo è che è dipende dall’ iperproduzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee del cuoio capelluto.

Crosta lattea, rimedi

Nel giro di qualche mese la crosta lattea sparisce  spontaneamente, anche se può avere delle recidive negli anni successivi, soprattutto durante la pubertà e l’adolescenza quando i cambiamenti ormonali favoriscono nuovamente l’iperproduzione di sebo.

Non c’è bisogno di rimuoverla. Se però dovesse manifestarsi in vaste zone del corpo o dovesse persistere per molti mesi ci si può rivolgere al pediatra che saprà indicare i prodotti più efficaci per rimuoverla.

Anche se non è necessario rimuoverla se voleste si deve usare per il bagnetto un prodotto detergente specifico per la prima infanzia. In genere si tratta di detergenti non schiumosi, con una buona componente grassa che contribuisce ad ammorbidire le crosticine sulla testa. Con una spugnetta naturale sui capelli si favorisce l’eliminazione delle scaglie.

Ovviamente non si devono mai rimuovere le crosticine  mano staccandole dalla testa perché si potrebbero aprire delle piccole ferite e causare escoriazioni che provocherebbero irritazione ed aprirebbero la strada ai batteri.

Olio per crosta lattea

Per ammorbidire le crosticine e favorire la loro eliminazione può essere utile utilizzare degli oli vegetali a base assolutamente naturale, come quelli contenenti calendula, noce, oppure l’olio di borragine. Basta applicarli sulla cute usando un batuffolo di cotone e lasciarli agire sulle crosticine del cuoio capelluto per qualche ora. Svolgono non solo un’azione capace di ammorbidire le scaglie, ma anche emolliente e lenitiva sulla pelle eventualmente arrossata.

Pettine per crosta lattea

Sempre con estrema delicatezza si può utilizzare un pettinino di plastica a denti stretti e sottili per eliminare la crosta lattea una volta ammorbidita la cute con gli oli vegetali.

Shampoo per crosta lattea

Esistono degli shampoo specifici per ridurre la crosta lattea nel vostro bimbo. Questi vanno delicatamente massaggiati sulla testa del neonato e saranno un valido aiuto per limitare questo fenomeno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui