Bonus vacanze

Per molti mesi abbiamo temuto che andare in vacanza sarebbe stato impossibile in questo 2020, ma alla fine, seppur tra molte difficoltà, anche la prossima potrà essere un’estate all’insegna del relax e del divertimento. È stato infatti disposto un bonus vacanze per supportare le famiglie maggiormente colpite dal punto di vista economico per le misure restrittive del covid 19. Scopriamo di cosa si tratta, quali sono i requisiti per accedervi e come ottenere questo incentivo.

Gli incentivi per le vacanze in Italia

Il bonus vacanze 2020 è una misura inserita nel cosiddetto Decreto Rilancio, che prevede l’erogazione di un incentivo di 500€ alle famiglie per andare in vacanza. Le mete di destinazione sono quelle italiane e questa misura ha il duplice scopo di tutelare le famiglie ma anche di provare a supportare un settore pesantemente colpito come quello del turismo.

I requisiti per richiedere il bonus vacanze

Il bonus vacanze 2020, come detto, è destinato alle famiglie maggiormente in difficoltà. È quindi un incentivo di massimo 500€ rivolto ai nuclei familiari con un ISEE inferiore ai 40000€. È importante sottolineare come solo uno dei componenti del nucleo familiare può richiedere e ottenere il bonus per finanziare il viaggio in Italia per le prossime vacanze. L’importo del bonus vacanze è così articolato:

  • 500€ per i nuclei familiari composti da almeno tre persone;
  • 300€ per i nuclei familiari composti da due persone;
  • 150€ per i nuclei familiari di una sola persona.
Non perderti:  Calendario scolastico: i giorni di pausa per organizzare la tua vacanza di Natale

Come funziona il bonus vacanze 2020

Sono diverse le condizioni da rispettare per poter beneficiare del bonus vacanze. Innanzitutto si tratta di una misura straordinaria che va a coprire le spese sostenute dal prossimo 1 luglio fino alla fine dell’anno (31 dicembre 2020). Inoltre il voucher del bonus deve essere speso in un’unica soluzione ed esclusivamente presso una sola realtà turistica (albergo, hotel, agriturismo, bed & breakfast, eccetera). Il pagamento deve avvenire tassativamente tramite pagamento tracciabile e a fronte di emissione di documento commerciale o fattura elettronica. Il bonus vacanze 2020 è diviso in:

  • 80% come sconto;
  • 20% come detrazione fiscale.

Questo significa che l’80% (entro il tetto massimo di quanto previsto per il proprio nucleo familiare) di quanto dovuto alla struttura ricettiva viene tolto direttamente dal conto finale come uno sconto, mentre il restante 20% è una detrazione delle imposte che sarà possibile detrarre sulla dichiarazione dei redditi.

Come richiedere il bonus vacanze

Al momento è stato annunciato che il bonus vacanze 2020 sarà erogato sotto forma di voucher, ma non sono state rilasciate informazioni pratiche su come generare questo buono. Molto probabilmente sarà distribuita un’applicazione per lo smartphone e/o un portale web nel quale inserire i propri dati (specie quelli attestanti l’entità del nucleo familiare e quelli per il calcolo dell’ISEE) e ottenere il relativo voucher.

Non mancano ovviamente le polemiche, anche da parte delle piattaforme che gestiscono le prenotazioni online; quindi è probabile che la procedura possa subire variazioni e integrazioni prima di essere rese operative.

Consigli utili per utilizzare il bonus vacanze

Trattandosi di una situazione straordinaria e tale da creare non pochi disagi, prima di confermare la prenotazione è utile chiedere alla struttura presso la quale ci si recherà se accettano i voucher del bonus vacanza. Inoltre è consigliabile anche chiarire da subito se ci sono quote che non rientrano nel bonus vacanza. In modo da evitare problemi e disguidi al momento del pagamento.

Non perderti:  I 10 mercatini di Natale 2017 più belli in Italia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui