Ultimi articoli

Metabolismo: ecco come funziona e come capire se è lento e scombussolato

Shares
Read Carefully

Vi siete mai chiesti come funziona il vostro metabolismo? Il metabolismo è il processo che si occupa di soddisfare le richieste energetiche del nostro organismo, attraverso l’estrazione e l’utilizzo dell’energia contenuta negli alimenti che mangiamo. Una trasformazione che deve funzionare correttamente: un metabolismo lento, che non lavora bene, rende la perdita di peso molto più difficile. Il metabolismo è quel complesso di reazioni biochimiche nel nostro corpo essenziale per convertire le calorie in energia.

Come si fa a sapere se il metabolismo funziona come si deve?

È importante, però, capire anche quando il problema è effettivamente il processo metabolico, in modo da concentrarsi su quello.

Ecco i sintomi da non sottovalutare che indicano che il nostro metabolismo va a rilento:

1. Essere sempre stanche. La stanchezza può essere causata da tanti fattori: vita stressante, giornate di lavoro movimentate, mancanza di sonno. Tra queste cause, però, ci sono anche processi metabolici troppo lenti e la difficoltà del nostro corpo a svolgere il processo di conversione del cibo in energia.

2. Pelle e i capelli sempre secchi. La secchezza cutanea e pilifera nasce sia da una scarsa idratazione,  che da un metabolismo non funzionante. Il corpo, infatti, non riesce a mantenere correttamente le cellule della pelle e dei capelli.

3. Voglia costante di zuccheri o amidacei. 

Un forte desiderio di questi generi alimentari è una richiesta del corpo di un pieno di energia. Se avete voglie difficili da controllare, nonostante vi nutriate bene e dormiate abbastanza, probabilmente avete il metabolismo si è inceppato.

4. Ingrassare anche se mangiate in maniera sana. Non è normale mangiare correttamente e contemporaneamente ingrassare. Se succede, fareste meglio a fare accertamenti sul funzionamento della tiroide o del metabolismo.

5. Avete sempre freddo. I processi metabolici, creando energia, generano calore che scalda il corpo. Se siete persone costantemente freddolose probabilmente è a causa di un metabolismo eccessivamente lento.

6. Essere lunatiche. I cambi d’umore possono essere causati da tante ragioni diverse. Tra queste c’è anche un metabolismo che va a rilento. Se riconoscete questo sintomo associato agli altri della  lista, probabilmente, indagate più a fondo con visite specifiche.

Come accelerare il metabolismo

Adottando alcune semplici e sane abitudini si può  accelerare il metabolismo, facendo ripartire in modo corretto anche il processo di dimagrimento.

Non perderti questo ->  Papilloma virus: sintomi e trasmissione

Mangiare lentamente

La prima digestione avviene in bocca. Mangiare troppo velocemente, non fa masticare bene i cibi e fa accumulare aria nello stomaco causando alcune difficoltà digestive.  In più si assimilano peggio gli alimenti.

Mangiare spesso

Una strategia per riattivare il metabolismo, può essere quella di mangiare poco e spesso. Soprattutto per spezzare la fame tra un pasto e l’altro, sgranocchiando  verdure che aiutano a tenersi in forma, sollecitando il metabolismo e tenendo a bada il senso di fame.

Mangiare in modo vario

Bisogna mangiare di tutto, ma nel giusto equilibrio previsto dalla piramide alimentare della dieta mediterranea, distribuendo correttamente i pasti in 5 piccole porzioni giornaliere.

L’importanza delle proteine

Riattivare il metabolismo può non essere facile. Oltre a mangiare poco e spesso, si devono introdurre una proporzione leggermente aumentata di proteine (ma non per periodi prolungati) e soprattutto variare di 300-500 calorie ogni giorno il tuo apporto calorico. In questo modo si “spiazza” il metabolismo che si adatta con maggiore difficoltà a un regime ipocalorico. In più l’assunzione di proteine, associata all’attività fisica, garantisce una crescita e un mantenimento dei tessuti magri che influenzano positivamente il metabolismo basale.

Fare sport

L’attività sportiva è fondamentale per un metabolismo che funzioni, perché garantisce la crescita e il mantenimento dei tessuti principalmente responsabili del metabolismo basale. Il consiglio è fare un’attività fisica di tipo aerobico per 45-60 minuti consecutivi 2 o 3 volte a settimana.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Top