Ultimi articoli

Posizioni per rimanere incinta

Shares
posizioni per rimanere incinta mammeup
Read Carefully

Arrivati a un certo punto della propria vita, rimanere incinta è il desiderio più grande di molte donne. Non diciamo “di tutte” per una sorta di cautela, ma l’importanza resta tale. In questa sezione vi proponiamo molti articoli per cercare di venire a capo del problema, almeno quando si verifica. Un esempio è come rimanere incinta subito dopo il ciclo; ma, come detto, è soltanto una possibile situazione del mare magnum conosciuto. Adesso, invece, cercheremo di focalizzarci sulle posizioni per rimanere incinta, al di là della banale risposta istintiva “tutte”. Le posizioni per rimanere incinta subito (o quasi subito), del resto, esistono davvero. O meglio: non c’è una letteratura medica ufficiale in tal senso, ma è opinione comune, anche di parecchi ginecologi, che alcune dritte abbiano riscontro effettivo. In altre parole, aiutano eccome.

Migliori posizioni per rimanere incinta

Prima di venire al dunque, è necessaria una precisazione non certo marginale. Detto in parole povere, prima del rapporto sessuale e ancor più durante bisogna rilassarsi. Dopodiché, eseguito il compito più importante, è consigliabile agevolare la penetrazione e la risalita dello sperma prediligendo alcune posizioni del Kamasutra ideali per restare incinta.

La posizione del missionario, se vogliamo quella più “classica”, è ideale per far sì che lo sperma risalga la cavità uterina. Utilizzate un cuscino da apporre dietro la schiena della donna, all’altezza dei glutei. Con la posizione di lato, è lui a controllare il ritmo, e la penetrazione più intensa e profonda favorisce il viaggio degli spermatozoi verso l’utero.

Da dietro – meno prosaicamente “alla pecorina” – l’uomo è dietro la donna e la penetrazione è molto profonda. Forse tra le predilette, nella posizione alla francese i partner sono sdraiati sul fianco con le gambe tirate verso il petto; lui penetra da dietro. Chiudiamo con la posizione del battello ebbro: lei è supina con le gambe in alto, sostenuta da lui. La donna deve soltanto rilassarsi, mentre è l’uomo a fare lo sforzo maggiore. In questo modo, peraltro, si tende a stimolare il punto g con tutte le conseguenze positive che inevitabilmente ne derivano.

Non perderti questo ->  Test di gravidanza: il metodo più immediato per scoprire se si è in dolce attesa

Posizione dopo il rapporto per rimanere incinta

Una volta avvenuta l’eiaculazione, per la donna è meglio mantenere la posizione supina per una mezz’ora. In alternativa, per un po’ di tempo si può restare sdraiata mantenendo le gambe in aria o poggiate al muro. Meglio non alzarsi subito dopo il rapporto sessuale. Sappiamo già cosa vi starete chiedendo in questo momento. La domanda suona più o meno così: e se tutto questo fosse una banale leggenda metropolitana? No, non lo è. Per niente. E ci sono degli studi a corroborare questa tesi. L’ultimo in ordine di tempo è la ricerca del University Medical Center di Amsterdam, in Olanda. In base a quanto emerso dallo studio, le donne che si alzavano subito dopo il rapporto avevano un tasso di successo del 40% contro il 32% di quelle che rimanevano sdraiate.

Consigli per rimanere incinta subito

Il minimo comune denominatore deve essere sempre la calma. Ok, siamo d’accordo: un conto è l’idea, un altro la concretizzazione dell’idea. Facile a dirsi, insomma. Però non c’è scampo: la calma in questi frangenti è fondamentale, diremmo anche imprescindibile. Parliamo, però, anche di cose concrete.

In primis gli esami pre-concezionali, quali analisi del sangue, visita ginecologica, analisi per vedere se si è contratto qualche virus a trasmissione sessuale, il rubeo test. Inoltre, è buona norma iniziare a prendere l’acido folico per aumentare le possibilità di rimanere incinta. Sospendere gli anticoncezionali sembrerebbe lapalissiano, ma è bene ribadirlo perché consente di riattivare l’ovulazione che viene inibita.

Importante anche calcolare i giorni dell’ovulazione, saper misurare la temperatura basale. Non dimenticare, poi, di controllare se nella biancheria ci sono perdite da impianto. Occhio però a distinguere le perdite da impianto dallo spotting premestruale, sintomo che il ciclo si sta avvicinando. Ah, dulcis in fundo: evitate i lubrificanti, in quanto possono rendere meno reattivo lo sperma provocandone un arresto e impedendo così il raggiungimento dell’utero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rating*

Top