Ultimi articoli

Si può rimanere incinta con il ciclo? Le risposte ai vostri dubbi

Shares
Read Carefully

In molti si chiedono se una donna può rimanere incinta quando ha il ciclo mestruale.  si può rimanere incinta anche se il rapporto avviene durante il ciclo mestruale, seppure ci siano meno probabilità che ciò avvenga, è più difficile ma non impossibile. Dopo un rapporto sessuale gli spermatozoi riescono a sopravvivere per un po’ nelle vie genitali femminili e durante l’ovulazione possono incontrare il gamete femminile e dare luogo così alla fecondazione e al concepimento.

Ci sono circostanze in cui si può rimanere incinta nonostante si abbiano le mestruazioni. Se per esempio il ciclo dura sette giorni e si ha un rapporto sessuale al sesto giorno, dopo sette giorni c’è l’ovulazione, quindi c’è il margine di tempo affinché gli spermatozoi sopravvivano e trovino le condizioni ideali per poter risalire fino alla tuba e incontrare gli ovociti. Se si ha un rapporto sessuale subito prima del ciclo non si può invece rimanere incinta, o  teoricamente è più improbabile.Se si ha un rapporto sessuale durante il ciclo non si esclude l’eventualità di rimanere incinta; se invece si ha un rapporto il giorno prima del ciclo  è molto improbabile una gravidanza.

Mestruazioni in gravidanza

I casi di mestruazioni durante la gravidanza e di solito sono perdite di sangue diverse dalla classica mestruazione vera e propria. Possono essere per esempio legate a una minaccia di aborto o di una gravidanza ectopica (cioè al di fuori della sede fisiologica), oppure al fatto che l’endometrio non sia stato ancora completamente ricoperto dalla placenta e allora si può verificare qualche piccolo sfaldamento. Ma è molto raro. Se quindi in caso di test positivo di gravidanza si hanno delle perdite di sangue è necessario fare tempestivamente un controllo.

Se le mestruazioni sono regolari e arrivano puntuali dopo 14 giorni in media dall’ovulazione, difficilmente siete incinte. Ma potrebbero sorgervi dei dubbi se:

  • le perdite sono presenti circa una settimana-10 giorni dopo l’ovulazione. In questo caso non si tratta di mestruazioni ma di spotting da gravidanza in corso.
  • Le perdite sono scarse e la temperatura basale continua a rimanere alta. In questi casi il test di gravidanza può togliervi ogni dubbio. E se il test è negativo e sono passati più di 14 giorni dall’ovulazione non siete in atte.
Non perderti questo ->  Si può rimanere incinta subito dopo il ciclo? Tutto quello che c'è da sapere

False mestruazioni in gravidanza

Durante la gravidanza si possono avere le cosiddette “false mestruazioni”. Delle perdite di sangue, magari anche alla scadenza del mese, ma che non sono mai uguali a una normale mestruazione. Prima di una  normale mestruazione si hanno dei chiari sintomi che sono: tensione mammaria, nervosismo, qualche brufolo, gonfiore generale, cambiamento di umore. Inoltre il ciclo comincia con grande variabilità da donna a donna, con qualche perdita, aumenta fino ai suoi giorni clou, per poi diminuire, più o meno rapidamente, e lasciare la donna sgonfia, “liberata”, mentre gli estrogeni ricominciano a salire. Le perdite ematiche in gravidanza invece non seguono questo andamento. Solitamente sono più scarse, vanno e vengono, e non sono precedute dai sintomi sopracitati. 

Come mai allora si discute tanto delle false mestruazioni e di donne che partoriscono senza sapere che erano incinta? Le donne, soprattutto giovani, che razionalmente sanno benissimo che non può succedere, si trovano in preda al panico, pensando che possa succedere davvero nel loro corpo, una cosa così importante a loro insaputa. Le perdite in gravidanza non sono una normale mestruazione, sono una mestruazione diversa, strana, scarsa, irregolare, lascia il seno gonfio. E il dubbio viene sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rating*

Top