Ultimi articoli

Come rimanere incinta

Shares
Read Carefully

Come rimanere incinta subito, senza problemi, in una campana di sicurezza indistruttibile che prescinda da leggende, falsi miti e racconti quanto meno fantasiosi? Per carità, esaurite le battute ormai trite e ritrite su cicogne possibilmente mutanti e cavoli geneticamente modificati, va detto che non sempre la natura fa il suo corso al cento per cento, garantendo sin da subito il massimo risultato. La risposta al dubbio sul “come rimanere incinta”, del resto, è facile facile: attraverso il rapporto sessuale l’uomo deposita il suo liquido seminale all’interno della donna, che lo custodisce dando il la all’inseminazione. Elementare Watson, tutto il resto è conversazione. Ma per mille motivi, uno più eterogeneo dell’altro, si sono fatti largo i più disparati consigli per rimanere incinta.

Non riesco a rimanere incinta: sono sterile?

Medici generici, ginecologi, sessuologi e psicologi si sono sentiti rivolgere spesso la frase “non riesco a rimanere incinta”, seguita dall’ancora più triste dei dubbi: sono sterile? Può darsi, ma la probabilità non è affatto alta come si potrebbe tendere a pensare di primo acchito.

Innanzitutto, bisogna tenere presente che prima di farsi domande e pensar male bisogna trascorrere almeno un anno consecutivo di rapporti sessuali liberi con il proprio compagno. Con “liberi” si fa riferimento alla tranquillità, assolutamente scevra dalla ricerca spasmodica della gravidanza.

Quando non si riesce a fare centro la causa del mancato concepimento è il consumo eccessivo di alcol, il fumo, il peso fuori dai parametri considerati normali – in eccesso o in difetto – o un periodo costellato di stress sul lavoro; soltanto dopo si deve fare strada l’idea di rivolgersi a uno specialista per sondare l’eventuale presenza di problemi di salute momentanei o strutturali.

Il calcolo dell’ovulazione

Quando si parla di calcolo dell’ovulazione, ci si riferisce al fatto che durante il ciclo mestruale ci sono dei giorni più fertili, in media cinque giorni, in ogni ciclo. In linea di massima è proprio questo il periodo fertile per antonomasia, durante il quale si alzano sensibilmente le probabilità di una gravidanza.

Ecco perché bisogna conoscere a fondo il proprio ciclo mestruale. Il metodo più semplice è considerare la metà del ciclo mestruale come periodo di massima fertilità. In concreto, nella media l’ovulazione avviene il 14esimo o il 15esimo giorno dopo l’inizio del ciclo. Anzi, più precisamente, circa 14 giorni prima dell’inizio del nuovo ciclo. Il discorso, in generale, vale per le donne con cicli regolari di 30-35 giorni. Ma le varianti, in ogni caso, sono molte.

App per calcolare giorni fertili e ovulazione

Per fortuna anche la tecnologia può venire in soccorso. Mettete pure in soffitta i dubbi: queste app funzionano, prova ne siano le tantissime recensioni che si trovano online.

Non perderti questo ->  Con la pillola anticoncezionale si può rimanere incinta?

Cominciamo con “WomanLog”, un ottimo calendario del ciclo mestruale e della fertilità per donne. “Il mio calendario mestruale” è un buon collega: tra le tante chicche, dà la possibilità di annotare le vitamine che si assumono e invia una notifica ben quattro giorni prima dell’arrivo del ciclo mestruale. Commenti lusinghieri anche per “Ladytimer”: non solo consente di conoscere i giorni fertili, ma anche di condividere le informazioni col medico o col proprio partner, avere una memoria storica e guardare video utili.

La lista prosegue con “iGyno”, creata in collaborazione con l’Associazione Europea Ginecologi. È funzionale, fra le altre cose, perché do modo di selezionare la modalità di utilizzo, da “sono incinta” a “cerco un bambino”. La personalizzazione, va da sé, cambia la grammatica di sfruttamento dell’app. Chiudiamo in bellezza i consigli per gli acquisti con “Ovia Fertility”, che si concentra sui giorni fertili e fornisce suggerimenti non banali per aumentare le probabilità di gravidanza.

Posizioni per rimanere incinta

Fare l’amore in un modo o nell’altro non è un fattore assolutamente imprescindibile per riuscire a rimanere incinta. Una mano, in qualche caso, le posizioni per rimanere incinta subito possono darla per davvero.

Il filo rosso deve essere rilassarsi, dopodiché è preferibile agevolare la penetrazione e la risalita dello sperma prediligendo alcune posizioni del Kamasutra ideali per restare incinta.

La posizione del missionario, se vogliamo quella più “classica”, è ideale per far sì che lo sperma risalga la cavità uterina. Utilizzate un cuscino da apporre dietro la schiena della donna, all’altezza dei glutei. Con la posizione di lato, è lui a controllare il ritmo, e la penetrazione più intensa e profonda favorisce il viaggio degli spermatozoi verso l’utero. Da dietro – meno prosaicamente “alla pecorina” – l’uomo è dietro la donna e la penetrazione è molto profonda. Forse tra le predilette, nella posizione alla francese i partner sono sdraiati sul fianco con le gambe tirate verso il petto; lui penetra da dietro. Chiudiamo con la posizione del battello ebbro: lei è supina con le gambe in alto, sostenuta da lui. La donna deve soltanto rilassarsi, mentre è l’uomo a fare lo sforzo maggiore. In questo modo, peraltro, si tende a stimolare il punto g.

Una volta avvenuta l’eiaculazione, per la donna è meglio mantenere la posizione supina per una mezz’ora. In alternativa, per un po’ di tempo si può restare sdraiata mantenendo le gambe in aria o poggiate al muro. Meglio non alzarsi subito dopo il rapporto sessuale.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top