Seggiolini per la bicicletta

Tra i mezzi di trasporto da utilizzare (anche in città), la bicicletta è uno di quelli che andrebbe maggiormente rivalutato. Potersi muovere con i propri bambini non è certo facile, soprattutto in quelle realtà urbane dove il traffico assomiglia più all’apocalisse che al normale spostamento di persone. Per spostarsi con i propri figli senza alcun tipo di problema è utile utilizzare dei seggiolini per la bicicletta. Si tratta di un dispositivo di per sé molto semplice, ma che va analizzato con attenzione per garantire due aspetti fondamentali: la comodità e la sicurezza.

Come scegliere i seggiolini per la bicicletta per neonati e bambini

La normativa

L’utilizzo dei seggiolini per la bicicletta è regolamentato da una specifica normativa: ovvero il Codice della Strada. Questo, all’articolo 182 comma 5, stabilisce che si può trasportare un solo bambino a bicicletta, utilizzando un seggiolino a norma. La legge distingue tra neonato e bambino, stabilendo che per i neonati fino a 15kg il seggiolino per la bicicletta debba essere fissato tra l’adulto e il manubrio, mentre nel caso dei bambini fino a otto anni, il seggiolino può essere fissato sulla parte posteriore. Ci sono poi alcune caratteristiche tecniche che per legge i seggiolini per la bicicletta devono rispettare. L’articolo 225 del Codice della Strada indica che il seggiolino deve avere:

  • uno schienale;
  • un sistema di aggancio;
  • le bretelle (o cinture);
  • sistema di protezione dei piedi;
  • misura proporzionale alla grandezza della bici.

Tali disposizioni, unitamente alla norma UNI EN 14344:2005 dell’Unione Europea, servono ad assicurare l’incolumità del minore e la libertà di movimento del guidatore che, per legge, deve essere maggiorenne per poter trasportare un bambino.

Le caratteristiche tecniche

La prima distinzione da fare è quella tra seggiolino anteriore e seggiolino per la bici posteriore. La differenza tra le due tipologie dipende, ovviamente, dal punto in cui viene fissato il seggiolino sulla bicicletta. La scelta, oltre alle disposizioni di legge prima indicate, dipende dalle preferenze di ogni guidatore. La seconda valutazione da fare riguarda il peso del bambino e la conformità del seggiolino che deve ospitarlo. In base alla collocazione del seggiolino si trovano in commercio diversi sistemi di fissaggio. Il seggiolino può essere fissato alla bici sul tubo davanti alla sella o sul portapacchi. È doveroso verificare che il seggiolino che si vuole acquistare sia compatibile con la bicicletta che si utilizzerà per il trasporto dei bambini, anche nei loro primi mesi di vita. L’ultimo aspetto da valutare è quello della comodità. Il bambino deve poter viaggiare serenamente, avendo un seggiolino che lo protegga dalle sollecitazioni della strada. Per questo è doveroso verificare l’ampiezza della seduta, la possibilità di reclinare lo schienale e il poggiapiedi, il tipo di imbottiture e la presenza di sistemi di areazione. I seggiolini per la bici sono dotati anche di tasche portaoggetti che permettono di trasportare comodamente i vari giocattoli e accessori utili per il bambino.

5 migliori seggiolini

Seggiolino posteriore Okbaby

Uno dei migliori modelli da prendere in considerazione è il seggiolino posteriore Okbaby, pratico e confortevole per il bambino. È un modello dotato di cintura di sicurezza a 3 punti, catadiottro posteriore e uno schienale alto e particolarmente comodo per ospitare il bambino. Tra i punti di forza anche la presenza del poggiapiedi regolabile e la forma del poggiatesta ergonomica per consentire una posizione corretta al bambino.

Seggiolino posteriore Thule Ridealong

Con il seggiolino posteriore Thule Ridealong si ha a disposizione un modello che si fissa sul tubo del piantone della bicicletta e che, grazie anche al sistema di sgancio rapido, è semplicissimo da installare. Tra le caratteristiche di questo modello è da segnalare la presenza di un utilissimo catadiottro rifrangente, il sistema delle cinture di sicurezza a tre punti e delle imbottiture impermeabili e semplici da pulire.

Seggiolino posteriore Bellelli

Per chi è alla ricerca di un modello economico il seggiolino posteriore Bellelli è una delle soluzioni migliori verso le quali orientarsi. Il prezzo ridotto non deve trarre in inganno, infatti sono presenti sia un’ampia seduta con un pratico alloggio per il casco, che il poggiapiedi regolabile e delle sponde laterali che migliorano il confort a bordo per il bambino.

Seggiolino anteriore Polisport Bilby

Con un rapporto qualità-prezzo invidiabile passiamo al seggiolino anteriore Polisport Bilby. Parliamo di un modello disponibile in diversi colori e che può essere collocato sulla parte posteriore della bicicletta. Oltre alle dotazioni di sicurezza standard, questo seggiolino prevede la presenza di una barra di sicurezza che protegge il bambino nel caso si dovesse addormentare durante la pedalata. È presente anche una pedana di sicurezza regolabile, una protezione per i piedi e un sistema di fissaggio rapido che permette di montare e smontare rapidamente il seggiolino.

Seggiolino anteriore RMS

Per fissare il seggiolino al manubrio un modello molto interessante è quello dato dal seggiolino anteriore RMS. Nella confezione sono presenti anche i sistemi di fissaggio che permettono di ancorare perfettamente il seggiolino al manubrio della bicicletta. La seduta del bambino è realizzata con un sistema traspirante che permette di viaggiare comodamente anche durante le giornate più calde.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui