Ultimi articoli

Vacanze di Pasqua 2018: date, festività, ponti

Shares
vacanze di pasqua
Read Carefully

Le vacanze di Natale sono appena terminate ma, ammettiamolo: stiamo già tutti pensando al prossimo appuntamento con una piccola pausa dalle attività lavorative e scolastiche. Dopo gli appuntamenti del Carnevale, sarà la volta delle vacanze di Pasqua 2018: un altro momento da condividere con le persone care, durante il quale ritrovarsi insieme e rilassarsi. Diversamente dallo scorso anni, quando le vacanze pasquali caddero a metà aprile, quindi molto vicine al 25 aprile – altro giorno di vacanza – quest’anno la ricorrenza religiosa ricade domenica 1 aprile, quindi il lunedì dell’Angelo (cioè Pasquetta) sarà il 2 aprile.

Partendo da queste date, è possibile già organizzarsi per le vacanze pasquali 2018: in Italia, infatti, tutti gli istituti scolastici rimarranno chiusi dal 29 marzo al 3 aprile. Fa eccezione soltanto la provincia di Trento: qui, infatti, gli studenti riapriranno i libri con un giorno di anticipo e rientreranno giorno 3 aprile, cioè subito dopo Pasquetta. Il 25 aprile, giorno della Liberazione, cade di mercoledì: questo significa che, in linea di massima, ci si dovrà “accontentare” di un solo giorno di festa, che tuttavia cade proprio nel mezzo della settimana! Poco dopo, comunque, ci sarà anche il primo maggio, altro giorno di vacanza, che verrà di martedì .

A tal proposito, ecco la situazione dei ponti prospettata dal MIUR, cioè dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca:

  • ABRUZZO: 30 aprile
  • BASILICATA: 30 aprile
  • CALABRIA: 30 aprile
  • CAMPANIA: 30 aprile
  • FRIULI VENEZIA GIULIA: 30 aprile
  • LIGURIA: 30 aprile
  • MOLISE: 30 aprile
  • PIEMONTE: 30 aprile
  • PUGLIA: 30 aprile
  • SARDEGNA: 28 aprile
  • UMBRIA: 30 aprile
  • VALLE D’AOSTA: 30 aprile
  • VENETO: 30 aprile
  • PROV.TRENTO: 30 aprile

Vacanze pasquali 2018: dove andare?

Le vacanze di Pasqua, a differenza di quelle di Natale, offrono meno tempo e una minore possibilità di programmare lunghe trasferte. Chiunque decida di allontanarsi per qualche giorno, dunque, preferisce optare per mete vicine e spostamenti brevi. In Italia, rimangono gettonatissime le grandi città d’arte, così come agriturismi e altre soluzioni immerse nel verde. Trovandosi già ad aprile, molte regioni del Bel Paese offrono temperature miti e un clima soleggiato. Un suggerimento su tutti? La Sicilia, che propone soluzioni non solo per gli amanti del mare, ma anche per quanti voglio dedicarsi alla scoperta di campagne dai colori straordinari e montagne (e, no, non abbiamo dimenticato l’aspetto enogastronomico: semplicemente lo davamo per scontato!).

Non perderti questo ->  Adolescenza, come affrontarla? I consigli per i genitori

A proposito di vacanze e partenze, vi interesserà sapere che, secondo un’indagine condotta da booking.com, per il 25% dei 19mila viaggiatori del sito, provenienti da 26 Paesi (Italia compresa), il 2018 è l’anno dei viaggi da fare almeno una volta nella vita. Tra le destinazioni al top c’è la remota isola di Sant’Elena, dove è stato esiliato Napoleone nel 1815, ma piace molto anche la Patagonia cilena, ideale per riconnettersi con la natura attraverso paesaggi selvaggi. I trend setter, invece, sono tutti concordi nell’affermare che la meta dell’anno è il Portogallo: in tanti hanno prenotato a Comporta un villaggio modaiolo sulla costa Vicentina. A Lisbona, invece, i localini che si trovano nel quartiere Intendente mettono tutti d’accordo: dagli hipster a quanti sono alla ricerca di cultura, chiunque trova pane per i suoi denti.

Tra le destinazioni emergenti del 2018, invece, ci sono lo Sri Lanka, che offre strutture extra lusso a un prezzo accessibile, cucina raffinata e archeologia, il Costa Rica e la Colombia. Chi, invece, non vuole andare troppo lontano, può accodarsi agli estimatori della Georgia: grazie ai voli low cost di Wizz Air, in poche ore di volo si può raggiungere Tbilisi. Anche l’Albania ha fatto boom di visitatori, con moltissimi turisti italiani: l’accoglienza, con qualche eccezione, è semplice e basica, mentre la natura è davvero sorprendente. Chiunque abbia passato una notte nel parco di Theth, ha trascorso un’esperienza all’insegna di lusso, tranquillità e natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rating*

Top