Ultimi articoli

Sindrome di Asperger. Tutto quello che c’è da sapere

Shares
sindrome di asperger
Read Carefully

Tratteremo oggi un argomento molto delicato: la sindrome di Asperger nei bambini. La Sindrome di Asperger, che deve il suo nome a un medico austriaco, viene anche definita una “condizione di autismo a più alto funzionamento”, perché chi ne è interessato ha buone capacità intellettive, raggiungere un soddisfacente livello di autonomia e, nella maggior parte dei casi, utilizza il linguaggio in modo appropriato. Cercheremo oggi di approfondire questo delicato argomento, che suscita dubbi e preoccupazione in molti genitori. Da un punto di vista specialistico non è ancora chiaro se si possano far coincidere le forme di autismo meno gravi con questa sindrome.

Sindrome di Asperger, sintomi

Per quanto riguarda l’argomento Sindrome di Asperger sintomi, si tratta un disturbo relativo soprattutto all’ambito della comunicazione e relazione sociale. Il bimbo non riesce a imparare i comportamenti che gli servono per entrare in una relazione armonica con il mondo esterno. In alcuni casi, a questo segno si unisce quella che viene definita dai medici “goffaggine motoria”, che si esprime con una difficoltà a imparare a camminare e una scarsa abilità nei giochi di movimento che implicano l’uso delle mani (come, ad esempio, giocare a palla).

La Sindrome di Asperger, inoltre, si caratterizza per la rigidità del pensiero e per comportamenti bizzarri o inusuali, cui si può anche associare la scarsità di interessi. A tal proposito, per lunghissimi periodi (si parla di due o tre anni) i bimbi che ne sono affetti possono mostrare curiosità solo per un determinato argomento o per una sola attività. In relazione all’incidenza, si può dire che è molto più frequente nei maschi, mentre nelle femmine può portare allo sviluppo di un disturbo del comportamento alimentare, cioè l’anoressia.

Segnali più comuni della Sindrome di Asperger

  • Il bimbo impara a parlare molto precocemente (12-18 mesi), ma con il passare del tempo assume un linguaggio monotono e pedante, che rende difficile comunicare con lui;
  • mancanza di empatia: il bimbo non comprende gli stati d’animo altrui, non sente il bisogno di condividere le gioie, non reagisce alle lodi;
  • assenza di mimica facciale;
  • incapacità di rapportarsi con i coetanei con comportamenti appropriati.
Non perderti questo ->  Autismo: che cos'è, sintomi e cause

Sindrome di Asperger, test

Sindrome di Asperger diagnosi: la diagnosi si può fare intorno ai 3-4 anni di età ed è compito del neuropsichiatra infantile formularla, dopo aver valutato con attenzione il caso. A volte può essere diagnosticata molto tardi o può non essere diagnosticata mai. Parlando di Sindrome di Asperger test, anzitutto bisogna dire che per i genitori può essere utile capire quali sono i segnali da non sottovalutare, in modo da fare ricorso allo specialista prima possibile.

Sindrome di Asperger, cura

L’argomento Sindrome di Asperger cura merita un capitolo a sé. Come per l’autismo, anche per questo disturbo non sono state individuate cure in grado di farlo scomparire. Si può intervenire a livello educativo o psico-comportamentale, ma i risultati ottenuti non sono ancora soddisfacenti. Per questo motivo, spesso i genitori avvertono frustrazione e fallimento, che possono peggiorare ulteriormente la situazione famigliare. Hanno dato buoni risultati gli interventi di “parent-training”, mirati a insegnare ai genitori quali comportamenti e quali strategie sono in grado di migliorare il rapporto con il bambino e la relazione tra il bambino e il mondo esterno.

Autismo e Sindrome di Asperger

Autismo Sindrome di Asperger, quali sono le differenze? Ne esistono di sostanziali: il bimbo affetto di Asperger può sviluppare attaccamento per i familiari (cosa che non avviene in caso di autismo), è consapevole della presenza degli altri intorno a sé, pur presentando atteggiamenti e forme di comunicazione anomali. È prolisso, ma il suo approccio verbale avviene sempre a sproposito o inopportunamente, e inoltre si rende conto della sua condizione di diversità rispetto a chi non ha il problema. I bimbi affetti da autismo parlano pochissimo o per niente.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top