Ultimi articoli

Quando e come prendersi cura dei denti dei nostri figli

Shares
Read Carefully

Molti genitori di bambini in età scolare e prescolare ci chiedono QUANDO sia il caso di far visitare i loro figli dal dentista. Dato che ci sono alcuni aspetti molto importanti che ogni mamma e papà dovrebbe tenere ben a mente, abbiamo deciso di avvalerci del parere professionale della Dr.ssa Paola Falchetti, titolare dello Studio Dentistico Roma San Giovanni, da sempre all’avanguardia nella cura delle problematiche dentali.

Prevenzione e cura dentale fin da piccoli

La Dr.ssa Falchetti afferma che, quando parliamo di prevenzione, bisogna sottolineare l’assoluta importanza della prevenzione e cura dentale, tanto nei denti permanenti, quanto nei decidui, con le dovute differenziazioni.

DENTI DECIDUI O DA LATTE:

Parliamo di prevenzione soprattutto “domiciliare”.

  • Lavare ogni giorno, almeno mattina e sera, a partire soprattutto dai due anni di età i denti dei nostri bambini, con spazzolini appositamente creati per loro, piccoli e colorati. Il dentifricio è ininfluente, non determina una migliore igiene dentale, ma sicuramente una pasta con un buon sapore rende più gradevole la pulizia dei denti che il nostro piccolo farà a casa.
  • Attenzione all’alimentazione. Curate la dieta dei vostri figli, facendo attenzione a non dare loro succhi di frutta, biberon con camomille o tisane zuccherate, soprattutto prima di andare a dormire, senza aver lavato prima i denti: gli zuccheri raffinati agiscono molto lentamente erodendo il sottile strato di smalto dei denti da latte, e cariando in tempi molto rapidi i dentini. E’ importante che i genitori sappiano che i denti da latte hanno uno strato smalteo, cioè di tessuto duro dentale, molto sottile, pertanto, se il dente inizia a cariarsi, molto rapidamente i batteri intaccheranno la dentina (smalto meno superficiale) e la polpa dei denti, provocando anche nei piccolini DOLORE E ASCESSI RIPETUTI. Non è infrequente, nella pratica clinica di ogni giorno, dover ricorrere a terapie canalari in bambini di 4 o 5 anni.
    Un altro aspetto importante è che i denti decidui o da latte vanno assolutamente trattati; una carie infatti trascurata comporta la distruzione progressiva del dente, il rischio per la gemma del dente permanente di non svilupparsi correttamente, oppure, molto spesso siamo costretti a estrarre il dentino quindi ci troviamo a non avere in futuro lo spazio per la normale eruzione del dente definitivo, causando AFFOLLAMENTO delle due arcate.
    Una visita dallo specialista odontoiatra può essere fatta a partire dai 4-5 anni di età del bambino, tanto più se notate macchiette scure, nere o marroni, o aloni e trasparenze grigiastre sui dentini dei vostri figli.

    DENTI PERMANENTI

    Sapete, mamme, che a 6 anni iniziano a spuntare i primo molari permanenti nella bocca dei vostri figli? L’età di permuta, ovvero, quando cominciano a erompere i denti definitivi, e i denti da latte cadono, lasciando “finestrelle” nella bocca dei nostri bambini, è abbastanza soggettiva e dipende da vari fattori, se vedete che a 8-9 anni il vostro bimbo ancora non ha neanche una finestrella, un consulto dallo specialista odontoiatra potrebbe essere importante. A questa età, infatti, la visita dal dentista si articola in due direzioni.

  • Visita per individuare carie, e terapia DI PREVENZIONE delle stesse sui denti permanenti tramite
    SIGILLATURE.
  • Cosa sono le sigillature?

    Sono delle banali e atraumatiche “verniciature” del solchi dei molari permanenti.

    Quando erompono i denti dei nostri bambini sono caratterizzati da fossette e solchi molto pronunciati. Queste sono zone in cui i residui alimentari possono depositarsi e ristagnare con grande facilità, facilitando il processo carioso. In questi casi il dentista interviene pulendo questi solchi con delle punte ultrasoniche, a cui segue il deposito di una vernice bianca, attraverso un processo totalmente indolore e che dà risultati altamente estetici. Va sottolineato quindi che le sigillature hanno lo scopo di PREVENIRE IL FORMARSI DI CARIE E SONO UN TRATTAMENTO PERMANENTE, da fare una volta sola, purchè fatto da specialisiti,

    VISITA ORTODONTICA

    Per individuare eventuali anomalie nello sviluppo della mandibola e mascella di nostro figlio: capire cioè se c’è uno sviluppo osseo armonico delle ossa del cavo orale, altrimenti si interviene con l’ortodonzia cosiddetta INTERCETTIVA O FUNZIONALE.
    I disturbi della bocca più comuni, per i quali serve l’apparecchio, sono quelli legati ad anomalie della mascella e della mandibola come l’iposviluppo, l’ipersviluppo, arretramento e avanzamento della mandibola o del mascellare superiore. Altre malformazioni riguardano il numero dei denti, come avere uno  o più denti in meno o la presenza di uno o più denti in eccesso che possono creare affollamento. In più, molto diffuso il morso profondo (i denti superiori coprono del tutto quelli inferiori) e il morso aperto (un grosso spazio tra i denti anteriori delle due arcate).
    È importante agire prima che erompano tutti i denti permanenti e prima della fine della maturazione scheletrica del piccolo per influenzare, tramite apparecchi ortodontici ad hoc, una crescita armonica dei mascellari ed una corretta eruzione dei denti permanenti. Quindi prima che avvenga il picco di crescita (che nelle femmine avviene prima che dei maschi) , dopo questa data i giochi sono fatti.

    Esistono molti tipi di apparecchi, ma è importante prevenire prima che curare. Soprattutto ci tengo a sottolineare che intercettare, ovvero capire se la mandibola o la mascella di nostro figlio non sta crescendo in modo ottimale, è la strada migliore, più sicura biologicamente ed economicamente, per GARANTIRE A NOSTRO FIGLIO LA SALUTE DEL CAVO ORALE.

Non perderti questo ->  Calendario dell'avvento per bambini

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top