Ultimi articoli

Come organizzare una festa di Carnevale in casa per i vostri bambini

Shares
Read Carefully

Manca davvero poco al Carnevale che quest’anno verrà festeggiato il prossimo 11 febbraio. Come tutti saprete è una festa giocosa e allegra. Un momento di puro divertimento dove la sua peculiarità è il travestimento.  Il Carnevale, infatti, è una festa seguitissima: basti pensare a quello di Venezia che è il più famoso al mondo.  Sia parecchi adulti che bambini amano travestirsi scegliendo il loro personaggio preferito. Questi ultimi sentono molto il Carnevale e si preparano a questa festa di tutto punto. La cosa più importante è la scelta del costume da indossare. Una volta i più gettonati erano: il cagnolino, il diavoletto, pulcinella, pagliaccio, la damina, l’indiano oppure cowboy. Oggi, invece, tra i bambini vanno per la maggiore i travestimenti dei personaggi dei cartoni animati più amati. Ieri come oggi, però, una cosa è rimasta invariata i bambini non aspettano altro che mascherarsi e divertirsi tra loro alla classica festa pomeridiana di Carnevale. Se siete dei genitori e volete organizzare un piccolo party ai  bambini a casa vostra vi sveliamo alcuni trucchi e segreti per organizzarne uno in perfetta regola. 

Il tema della festa

La prima cosa da fare è capire se si vuole dare o meno un tema alla festa e se si quale scegliere. Avere un tema potrebbe essere un aiuto per i genitori nello scegliere un  travestimento per i propri figli. Ovviamente bisogna tentare di ascoltare i desideri dei piccoli, ma agevola nell’acquisto o nella realizzazione del costume. E’ importante scegliere un tema che vada bene sia per maschietti che femminucce. Quindi, non “La Sirenetta”, ma “In fondo al mare” oppure “cavalieri e principesse” e non “la festa delle principesse”. Un tema neutro è un modo per stimolare e far lavorare la fantasia dei piccoli.Dato che a Carnevale ogni scherzo vale, anche mamma ed il papà potrebbero travestirsi. I bambini, infatti, si divertono molto a vedere gli adulti iche si prestano al gioco. Non è necessario  un travestimento particolarmente elaborato, basta anche solo qualche piccolo accessorio per rendere la festa più simpatica.

Gestione del pomeriggio

Un’altra cosa importantissima e la  gestione del pomeriggio. Solitamente vengono coinvolti degli animatori che intrattengono i bambini  con giochi divertenti. Ma non sempre è necessario perché potrebbero anche essere gli stessi genitori a scandire il pomeriggio soprattutto se i bambini hanno 7-8 anni e quindi si sanno gestire da soli. Bisogna, però, avere in ogni caso delle linee guida e delle tempistiche bene in mente, perché il carnevale eccita i bambini moltissimo già di per sé, entrano molto nel personaggio che impersonano.Il momento del gioco libero è molto apprezzato dai bambini, ma non deve durare tutto il pomeriggio altrimenti si crea il caos. Si potrebbe suddividere il tempo così: gioco libero, merenda e laboratorio.Inizialmente si lasciano i bambini liberi di giocare e “sfogarsi” facendoli ballare e muovere. Dopo circa quaranta – sessanta minuti si può passare ad un momento calante, in cui fargli fare merenda intermezzando la festa e lasciando il tempo ai bambini che hanno bisogno di tempo di ambientarsi. Dopo di che  si può pensare ad uno spettacolino se c’è l’animatore oppure magari un laboratorio fai da te – come decorare la propria mascherina – per tenerli impegnati.Non c’è festa che si rispetti senza merenda. Il dilemma è capire se è meglio fare un buffet o uscire la merenda a tempo debito. Se c’è un animatore si potrebbe pensare alla prima opzione, tanto ci sarebbe lui a controllare i bambini. Se invece siete voi genitori a gestire il pomeriggio meglio uscire le prelibatezze a tempo debito.

Come decorare casa 

Un altro aspetto importante è capire come decorare la casa. Il Carnevale è per antonomasia la festa dei colori e anche la casa si deve adeguare. Addobbare la casa e la tavola per la festa è inoltre un ottimo modo per coinvolgere i piccoli nell’organizzazione della festa di Carnevale a casa. I bambini, infatti, sono emozionantissimi quando ospitano i loro amichetti.
Quello che non può mancare a Carnevale sono le trombette e i coriandoli, ma sono anche gli elementi più rischiosi per l’incolumità dei padroni di casa. Meglio far apparire le trombette alla fine della festa, perché altrimenti si genera il caos, con i bambini che continuano a suonare, facendo agitare anche gli altri bimbi.  I coriandoli sono divertentissimi, ma se sparsi per casa diventeranno un elemento di arredo che sbucherà fuori dagli angoli più nascosti. 

Non perderti questo ->  Metodo Montessori: aiutare il bambino a svolgere le attività da solo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rating*

Top